giovedì 17 agosto 2017

24 Hours Read-A-Thon TBR | Leggerò per 24 ore di fila??!

Buongiorno a tutti ragazzi e bentornati sul blog!
Oggi sono qui per mostrarvi quella che è la mia ambiziosa (forse anche troppo xD) TBR per la Read-A-Thon delle 24 ore. In cosa consiste questa sfida vi starete chiedendo? E' praticamente una giornata in cui si cerca di leggere il più possibile per 24 ore e alla fine della giornata si fa un conteggio pagine per vedere qual è il nostro limite! Se volete saperne di più vi lascio qui la pagina facebook dell'evento, dove poter partecipare e informarvi meglio!
Ma direi di passare subito ai libri che ho scelto di leggere in questa giornata, sperando di riuscire a finirne almeno un paio.

Il primo libro che ho deciso di aggiungere alla mia TBR è anche il più ambizioso, ma morivo dalla voglia di iniziarlo, quindi ho dovuto. Non sono stata io, praticamente si è auto aggiunto alla lista!
E sto parlando di Strange the Dreamer di Laini TaylorNon sto neanche qui a spiegarvi la trama, perchè a dirvela tutta, non l'ho capita neanche io ancora! E' un libro Fantasy e tutti lo amano, ecco dove finisce la mia conoscenza, però dopo averne sentito parlare l'autrice allo YALC non posso fare a meno di volerlo leggere.


Il secondo libro sulla mia lista l'avete già visto nel mio post precedente ed è The Dreadful Tale of Prosper Redding di Alexandra Braken, uno dei libri che aspettavo di più questo autunno! Il libro non è ancora uscito ufficialmente ma ho ricevuto un ARC da parte di Netgalley in cambio di una recensione, quindi sarà il libro che leggerò sicuramente entro la giornata. E' un middle grade molto tenebroso e sembra proprio fare al caso mio! Vi farò poi sapere se mi piacerà nel vlog della Read-A-Thon.

Continuiamo con il terzo libro della lista; un contemporaneo. Ebbene si, in mezzo a tutto questo Fantasy sentivo proprio la necessità di staccare un po'.Ed il titolo in questione è Eliza and Her Monsters, di Francesca Zappia. Un libro con una disegnatrice di fumetti che pubblica sotto uno pseudonimo e il più grande scrittore di fanfitcion sulla suddetta serie che si incontrano alle superiori? CI STO. Non vedo l'ora di leggerlo, e anche in questo caso ne ho sentito parlare solo che bene online.

Ultimo libro ma non per importanza è Clockwork Angel di Cassandra Clare. Ho scelto di aggiungere questo titolo per due motivi; il primo perchè è una rilettura, quindi dovrei proseguire più spedita, e poi perchè voglio ascoltare l'audiolibro per ammortizzare i tempi morti e questo era già in mio possesso. Inoltre colgo la palla al balzo per rileggere l'intera trilogia e fare poi i booktalk sul mio canale, visto che non li ho mai recensiti anche se questa è la mia serie preferita.

Ed ecco svelato l'arcano! 
Adesso, se riuscissi davvero a completare tutti questi libri (missione impossibile, i know) riuscirei a leggere un bel po' di pagine perchè secondo goodreads:

  • Strange The Dreaming : 532 pagine
  • The Dreadful Tale of Prosper Redding: 272 pagine
  • Eliza and Her Monsters: 385 pagine
  • Clockwork Angel: 481 pagine
per un totale di 1670 pagine! Beh, direi di ritenermi più che soddisfatta di superare almeno le 1000 pagine, ma domani vedremo dove mi poterà la lettura.
Sperando di non crollare addormentata alla prima occasione xD
Per oggi questo è tutto!
Un abbraccio,
Sara.


mercoledì 16 agosto 2017

WWW...Wednesday #7 | ❋

Buongiorno a tutti ragazzi e bentornati sul blog! Oggi ho finalmente deciso di riprendere una delle rubriche che seguivo tempo fa sul blog, cioè il www...Wednesday dove vi mostro le mie ultime letture del periodo e quelle che invece ho intenzione di fare prossimamente!



Le domande a cui andrò a rispondere sono:
  1. What have you recently read? Cosa hai letto recentemente?
  2. What are you currently reading? Cosa stai leggendo al momento?
  3. What will you read next? Cosa hai intenzione di leggere dopo?


Cos'hai letto recentemente?

In realtà, non un gran che. Con questo caldo raramente ho voglia di leggere, quindi nell'ultima settimana ho terminato un solo libro, cioè The Vanishing Throne di Elizabeth May, secondo volume della trilogia fantasy di The Falconer che vi ho però recensito in settimana sul blog. Trovate la mia recensione qui. Il secondo libro mi è piaciuto molto e la trama è diventata sempre più accattivante! Non vedo l'ora di leggere il terzo e ultimo volume della trilogia.



Cosa stai leggendo al momento?

Al momento sto leggendo Godsgrave di Jay Kristoff, il seguito di Nevernight, una delle mie uscite più attese del 2017. Il libro non è ancora stato pubblicato ma ho ricevuto una copia in digitale per recensirlo, quindi aspettatevi di sentirmene parlare molto presto sul blog. Nel frattempo però se vi interessa è uscita da un paio di giorni sul blog la recensione del primo libro della serie, e potete trovarla qui.

Cosa ha intenzione di leggere dopo?
Questa settimana, il 17 Agosto, parteciperò alla 24 hours readathon che consiste nel leggere il più possibile in 24 ore. Per questo motivo ho intenzione di leggere un bel po' di libri ma ho deciso di nominarvene solo uno in questo post in quanto vorrei scrivere un post TBR dove vi mostro tutte le mie scelte e vi parlo un po' della readathon. Inoltre per gli spettatori del mio canale youtube, non preoccupatevi, ho intenzione di vloggare tutta l'esperienza, quindi troverete un video di tutta l'esperienza sul canale. Il libro che ho però deciso di nominarvi è The Deadful Tale of Prosper Redding di Alexandra Braken, un altra delle mie uscite più attese del 2017. Sono infatti stata approvata per questo titolo su Netgalley che quindi mi ha gentilmente inviato la copia digitale.


Ecco tutte le mie novità letterarie della settimana! Spero che il post vi sia piaciuto e se anche voi avete pubblicato un post su questa rubrica lasciatemi il link nei commenti, mi farebbe molto piacere andare a leggere le vostre risposte.
A presto,
Sara.


lunedì 14 agosto 2017

Recensione Nevernight di Jay Kristoff.

Buongiorno a tutti e bentornati sul blog!
Come state passando queste calde giornate di Agosto? A me piacerebbe rispondere leggendo, ma la verità è che fa troppo caldo per fare qualsiasi cosa. Ho comunque deciso di continuare con le recensioni anche se non sto leggendo tantissimo, in modo da recuperare quelle dei libri che più mi sono piaciuti quest'anno e che non ho recensito sul canale. Il primo titolo sulla mia lista è appunto Nevernight di Jay Kristoff che ho letto un paio di mesi fa e adorato.

Titolo: Nevernight
Saga: The Nevernight Chronicle #1
Autrice: Jay Kristoff
Genere:  Fantasy
Editore: Thomas Dunne Books
Pagine: 429
Trama:
In una terra dove tre soli non tramontano quasi mai, una giovane killer si unisce a una scuola di assassini,  cercando vendetta verso i potenti che hanno ucciso suo padre.
Figlia di un traditore giustiziato, Mia Corvere è appena in grado di sfuggire viva dalla rivoluzione fallita di suo padre. Sola e senza amici, si rifugia in una città costruita con le ossa di un Dio morto, ricercata dal Senato e dai vecchi colleghi di suo padre. Ma il suo dono di saper parlare con le ombre la guiderà verso la porta di un assassino in pensione, e un futuro che non avrebbe mai immaginato.
Ora Mia è l'apprendista del più pericoloso gruppo di assassini di tutta la Repubblica - la Chiesa Rossa. Se riuscirà a battere gli altri apprendisti in sfide di acciaio, veleno e le arti sottili, sarà accolta tra le Lame della Lady of the Blessed Murder, e un passo più vicina alla vendetta che desidera. Ma un assassino si aggira tra le mura della Chiesa, i sanguinosi segreti del passato di Mia tornano a perseguitarla, e una cospirazione per distruggere l'intera congrega inizia a farsi strada tra le ombre che ama così tanto.
Riuscirà a sopravvivere all'iniziazione prima ancora di compiere la sua vendetta?

Questo libro è qualcosa di sublime. In tutto e per tutto.
La trama è intrigante, complessa e ben articolata. Il mondo in cui è ambientato il libro è ispirato alla storia e le città dell'antica Roma e io da Italiana ho adorato questa caratteristica che non ha fatto altro che rendere il romanzo ancora più particolare e accattivante, andando a creare un atmosfera irresistibile che rende impossibile mettere giù il libro. Lo stile di scrittura, con le note a piè di pagina, scritte come se il narratore si stesse rivolgendo direttamente al lettore con un pizzico (beh, forse più di un pizzico) di sarcasmo non hanno fatto altro che dare il colpo di grazia al mio piccolo cuoricino che si è ritrovato infilzato da una delle frecce di Cupido nel giro di pochi istanti, rendendomi perdutamente innamorata di questa storia. Si, voglio sposare Nevernight e avere tanti bellissimi e spietati bambini con lui. Ecco a che livello arriva la mia ossessione.
Ma partiamo dal principio: di cosa parla questo libro?
La storia si svolge intorno a Mia Corvere, sedicenne apprendista di un assassino che non cerca altro che vendetta. Molti anni prima infatti suo padre fu giustiziato per tradimento e sua madre e il fratellino appena nato imprigionati in una fortezza inespugnabile. Mia è l'unica della famiglia che è riuscita a fuggire sana e salva, e tutto grazie a Mister Kindly, il suo gatto di ombre. In realtà l'esserino non è affatto un gatto, più simile ad un famiglio, le parla e la guida proteggendola, perchè la nostra protagonista ha il dono di poter governare l'oscurità.
"All around her, she could feel it. The Dark. Whispering. Urging her on.

It was pleased."
 Ma quando incontriamo Mia per la prima volta la vediamo alle prese con una scelta; restare sempre con il suo maestro, dal quale però non può imparare più nulla, oppure cercare di superare l'iniziazione della Chiesa Rossa ed entrare a far parte delle Lame, il più temuto gruppo di assassini di quel mondo. Ovviamente la nostra protagonista partirà alla ricerca di questo luogo misterioso dove dovrà affrontare un duro addestramento e prove pericolose e alle volte addirittura potenzialmente mortali.
Non vi sembra la cosa più Badass che abbiate mai letto? Perchè per me lo è stato.
Ma il motivo per il quale ho adorato questo libro non si limita ad una trama avvincente e un ambientazione interessante (e quel dannato narratore sarcastico che mi fa morire dalle risate!), perchè la cosa che ho apprezzato di più è Mia.
Mia è la mia nuova anti-eroina preferita. L'ho trovata molto simile ad Arya Stark per tanti motivi, e secondo me le due andrebbero d'amore e d'accordo. Già ce le vedo ad uccidere insieme come due vere best friend. E vi avverto, le similitudini con Game of Thrones non finiscono qui, perchè NESSUNO E' AL SICURO. Winter is coming.
La nostra protagonista vive la sua vita seguendo poche semplici regole che la madre le ha sussurrato durante l'esecuzione del padre.
“Never flinch." A cold whisper in her ear. "Never fear. And never, ever forget.” 
Possiamo quindi capire fin da subito che l'unica ragione di vita di questa ragazza è la vendetta, e nulla potrà impedirle di compierla. Quindi dimenticatevi del romanzo dove la povera e triste ragazza sola pensa di volere una cosa ma poi incontra il ragazzo dei suoi sogni e bla bla bla, si sposano e fanno figli. No, questo è uno dei libri più crudi che io abbia letto quest'anno. Jay Kristoff non si spaventa di scrivere le cose come stanno, nel descrivere la morte come è nella realtà, e il linguaggio che usa è appropriato alla narrazione e lascia il lettore con un idea chiara di com'è un omicidio. 

People often shit themselves when they die. Their muscles slack and their souls flutter free and everything else just…slips out. For all their audience’s love of death, the playwrights seldom mention it. When the hero breathes his last in the heroine’s arms, they call no attention to the stain leaking across his tights, or how the stink makes her eyes water as she leans in for her farewell kiss. I mention this by way of warning, O, my gentlefriends, that your narrator shares no such restraint.

Tanto di cappello, io ho adorato le descrizioni crude e le piccole curiosità sulla morte in se (si, sono una persona macabra, da piccola volevo fare l'anatomopatologo shhhh). Anche il linguaggio usato dai protagonisti è abbastanza scurrile e la cosa ovviamente come avrete ben capito mi è piaciuta tantissimo. Insomma, non è affatto realistico credere che una sedicenne apprendista assassina usi il linguaggio di una Lady, la scelta dell'autore era l'unica possibile per non rendere il libro ridicolo e inoltre arricchisce ancora il personaggio di Mia che è così ben caratterizzata da sembrare reale.
“I appear to have misplaced the fucks I give for what you 
think.” 
E niente, io la amo. La amo con tutte le sue brutte caratteristiche e la amo per quelle determinate caratteristiche. La amo perchè è un personaggio complicato tutto da scoprire che naviga nell'oscurità ed in genere questi sono i miei personaggi preferiti.
A parte Mia però il libro è pieno di personaggi caratterizzati benissimo e sempre più affascinanti. Questa è un altra delle cose che ho apprezzato di più, il fatto che ogni personaggio abbia una sua storia, un suo ruolo e non è semplicemente stato introdotto nella narrazione per tappare un determinato buco. Prendetene uno a caso ed è possibile scrivere un intero libro solo su di lui, le sue avventure o il suo passato. Ogni-singolo-personaggio. In poche parole vediamo tanti protagonisti di storie non del tutto narrate che si intersecano nella storia di Mia e ho ADORATO questa cosa. Il libro è lungo, è pesante a tratti, ma oh, quando ne vale la pena.
Un piccolo avvertimento però è dovuto per chi non avesse ancora colto l'idea; questo libro non è uno YA, anzi, è quanto più lontano da questo genere possa esistere. Certo, Mia ha 16 anni, ma questo non significa che il libro in se sia adatto a un determinato pubblico.
 Questo libro è sanguinoso, oscuro, spaventoso e ricco di contenuti sessuali abbastanza espliciti, ma sono proprio queste le caratteristiche che lo rendono unico. Quindi se tutto questo non vi spaventa, CORRETE A LEGGERE NEVERNIGHT.
Per quanto riguarda il livello di inglese (il libro non è ancora stato tradotto in italiano) devo dire di averlo trovato medio/alto, assolutamente non adatto a chi ha appena cominciato a leggere in lingua.
Ho dato a questo libro 5 stelline su 5 ma se goodreads me l'avrebbe permesso gli avrei dato 10000 stelline. Anzi, anche di più. E' assolutamente diventato uno dei miei libri preferiti e entra a far parte con un ingresso formidabile nella mia lista dei libri più belli letti nel 2017.

Ebbene si lettori, eccoci giunti alla fine della mia interminabile recensione, ma come avete potuto constatare parlare di questo libro mi scioglie la parlantina! Spero comunque che la recensione vi sia piaciuta e che il libro vi abbia intrigati perchè merita molto più successo di quello che ha.
 Noi ci vediamo al prossimo post!
Un abbraccio,
Sara.

sabato 12 agosto 2017

Recensione The Falconer di Elizabeth May!

Buongiorno a tutti ragazzi e bentornati sul blog!
Oggi sono qui per recensirvi l'ennesimo libro che non ho tempo di recensire sul canale youtube ma che ci tengo a consigliarvi perchè mi è piaciuto molto e penso possa piacere anche a molti di voi che come me amano i romanzi Fantasy ambientati nell'epoca vittoriana e il Regno Unito. Quindi senza ulteriori indugi ecco a voi la mia recensione di The Falconer di Elizabeth May, noto in Italia con il titolo La cacciatrice di fate.


Titolo: La cacciatrice di fate
Saga: The Falconer #1
Autrice: Elizabeth May
Genere:  Fantasy/ Steampunk
Editore: Sperling&Kupfer
Pagine: 366
Trama:
Lady Aileana non ha paura della notte: è nelle pieghe del buio che può compiere la sua missione. Non ha paura degli stretti vicoli di Edimburgo e dei pericoli che vi si annidano: è lì che può trovare le sue prede. Perché Aileana, giovane figlia del marchese di Douglas, nasconde un segreto: se di giorno è una perfetta gentildonna del diciannovesimo secolo, alle prese con gioielli, vestiti e feste scintillanti, di notte è una spietata cacciatrice di fate. Tutto è iniziato un anno prima, la sera delsuo debutto in società: la stessa, tragica sera della morte di sua madre, uccisa da un essere soprannaturale. Da allora, Aileana sente dentro di sé una voce selvaggia che la sprona alla vendetta. Da allora, ha intrapreso un duro addestramento per imparare a combattere le fate: creature assetate di sangue che si nutrono dell'energia vitale degli umani. È stato Kiaran, il suo affascinante maestro, a fare di Aileana una guerriera, allenandola alla battaglia. E sarà lui a farle scoprire lo straordinario destino che l'attende. Perché Lady Aileana è l'ultima cacciatrice di un'antica stirpe, l'unica in grado di proteggere l'umanità la notte in cui tutte le fate si risveglieranno. La notte, ormai imminente, del solstizio d'inverno.


Avevo letto questo libro per la prima volta circa 4 anni fa e sebbene mi fosse piaciuto molto non ne ricordavo granchè, forse per il fatto che in quel periodo non leggevo molto in inglese. Ho poi deciso di rileggerlo a Luglio perchè sapevo che Elizabeth May, l'autrice sarebbe stata allo YALC mentre ero a Londra, e quindi mi era tornata la voglia di leggere la trilogia, invogliata anche dal fatto che l'ultimo libro fosse uscito da poco. 
Mai scelta più giusta!
Questo libro è proprio quello che fa per me: protagonista badass, epoca vittoriana e Scozia. Sembra quasi che l'autrice abbia scritto il libro pensando a me come audience. Aggiungiamo poi a questo fantastico mix il fatto che il romanzo è un Fantasy Steampunk e addio, mi avete persa completamente.
Il libro parla infatti della Falconer, una guerriera donna nata per un solo scopo; uccidere i Fae. Peccato che Aileana, la nostra protagonista, sia anche l'ultima della sua specie.
Costretta a destreggiarsi tra il suo ruolo nella società, mantenere le apparenze e trovarsi un marito, come desiderio del padre, e cacciare invece il popolo fatato, l'unica cosa che sembra mantenerla sana di mente. Dalla morte della madre, uccisa da una creatura magica proprio davanti ai suoi occhi, Aileana non ha altro scopo che allenarsi nell'uccidere per poterla un giorno vendicare. La cosa che mi è piaciuta di più della protagonista è che non si piange addosso. In un periodo storico dove le uniche cose che a una donna importavano erano trovare marito e attendere balli, Aileana non ha paura di sfigurare agli occhi della nobiltà per perseguire i suoi obiettivi. Scomparire nel bel mezzo di un ballo per poi riapparire con l'abito completamente distrutto dalla battaglia non le interessa, neanche se la sua rispettabilità ne risente. Combattendo tutte le notte accumula cicatrici importanti, che nella classica protagonista avrebbero destato pensieri del genere "ora nessuno mi vorrà" e "il mio corpo è disgustoso" mentre per lei sono medaglie d'onore. Marcano i suoi progressi e le indossa con orgoglio, cosa di cui sono rimasta piacevolmente sorpresa. Prendete esempio protagoniste!
“Crimson suits you best.”
Ho poi adorato il personaggio di Derrik, un pixie amico di Aileana, drogato di miele, che vive nel suo guardaroba e che le ripara i vestiti. Esilarante, le scene con lui sono le più leggere della narrazione ma non ho potuto far a meno di amarlo. Datemi un Derrik che mi prepara vestiti da sera in un battibaleno!
Tra i personaggi principali poi incontriamo Kiaran, il mentore guerriero di Aileana, che passa le sue notti ad addestrarla per uccidere la sua stessa specie, perchè lui è un Fae. 
“Kiaran and I have little connection beyond our names. We battle, bleed and hunt together almost every night. He teaches me how to slaughter in the most effective, brutal ways possible. But I've never told Kiaran why I hunt, and he has never told me why he kills his own kind. This is our ritual, our dance. The only one that matters.”

E' un ottimo personaggio, misterioso e tormentato, che mi è piaciuto scoprire piano piano. Certo, si arriva alla fine del primo volume non sapendo comunque molto su di lui ma nel secondo volume della trilogia molte domande troveranno risposta.
Infine passiamo un po' a discutere in libro in se. Una delle cose che mi sono piaciute di più del romanzo è senza ombra di dubbio l'ambientazione. La Scozia è un posto che mi ha sempre affascinato, un po' per la sua atmosfera "selvaggia", e devo dire che le descrizioni della May non hanno fatto altro che andare a moltiplicare per 100 la mia voglia di visitare questo posto magico. In particolare Edimburgo, la città in cui è ambientato il romanzo, ha catturato il mio cuore e sicuramente un giorno sarà meta delle mie vacanze. Un altra delle caratteristiche che secondo me hanno arricchito molto la storia è l'elemento Steampunk, che ha reso l'atmosfera ancora più particolare e alcune delle scene di combattimento epiche! Probabilmente la storia non sarebbe stata altrettanto magica senza le caratteristiche invenzioni di Aileana.
Infine, l'ultima cosa che mi ha colpito e di cui voglio parlarvi è l'uso del folklore Scozzese nella narrazione. E' facile oggi scrivere un romanzo con i Fae e farlo assomigliare ai mille altri già esistenti, ma Elizabeth May basandosi sui veri miti Scozzesi è riuscita a creare un atmosfera di novità che ai miei occhi ha reso la sua storia diversa da tutte le altre sullo stesso argomento. Ben fatto!
Il libro in definitiva come avete potuto leggere mi è piaciuto molto e gli ho dato 4 stelline su 5. 
Per chi possa essere interessato il romanzo non presenta insta-love, ma un romance più slow burning, che a me personalmente ha fatto impazzire.
Se cercate un Fantasy storico con un ambientazione unica io vi consiglio assolutamente questo!
Ma se la trama non vi ispira, non disperate; presto ho intenzione di fare un video apposito dove consiglio i miei fantasy storici preferiti, quindi sicuramente troverete qualcosa che fa per voi!

Fatemi sapere giù nei commenti se la recensione vi è piaciuta e se avete libri del genere da consigliarmi.
Un bacio,
Sara.

giovedì 10 agosto 2017

Welcome to my Wishlist #2

Buon pomeriggio a tutti ragazzi e bentornati su blog!
Oggi sono qui per farvi fare un giro nella mia ormai infinita lista dei desideri su Amazon. Questa rubrica, a cadenza puramente casuale, consiste infatti di parlarvi di qualche titolo preso a caso dalla mia wishlist che non ho ancora letto e dirvi perchè mi ha incuriosito!
Chiarifico il "non ho ancora letto" perchè in realtà nella mia lista ci sono molti libri che ho già letto in ebook ma che il mio cuore brama in copertina rigida. Lo so, sono un caso perso.


Il primo titolo che ho deciso di presentarvi oggi è 
A Study in Charlotte di Brittany Cavallero!

Titolo: A Study in Charlotte

Saga: Charlotte Holmes #1
Autrice: Brittany Cavallero
Genere: Mistery/ YA
Editore: Katherine Tagen Books
Pagine: 321
Trama:
L'ultima cosa che Jamie Watson desidera è una borsa di studio sul ragby per Sherrington, una scuola preparatoria a solo un ora di distanza da suo padre separato. Ma questa non è l'unica complicazione: Sherrington è anche il posto in cui vive Charlotte Holmes la pro-pro-pro-pronipote del famoso detective, che non ha ereditato solo il genio di Sherlock ma anche il suo carattere volatile. Da tutto quello che Jamie ha sentito di Charlotte, sembra più sicuro ammirarla da lontano.
A partire dal primo momento in cui i due si incontrano, c'è elettricità tra di loro, e sembrano destinati a diventare rivali più che altro. Ma quando uno studente di Sherrington muore sotto circostanze sospette, congiurato direttamente dalla più terrificante delle storie si Sherlock Holmes, Jamie non può più permettersi di mantenere le distanze. Jamie e Charlotte stanno per essere incastrati per l'omicidio e solo Charlotte è in grado di scagionarli. Ma il pericolo sta crescendo e nessun posto è sicuro - le uniche persone di cui possono fidarsi sono loro stessi.

Questo libro mi attira veramente tanto e da troppo tempo, devo assolutamente decidermi a recuperarlo! Sono una grande fan delle avventure di Sherlock Holmes e quindi non potevo non rimanere affascinata da questa trama e l'idea di leggere dell'erede del nostro detective preferito! Ovviamente il fatto che il titolo A study in charlotte si rifaccia al titolo di uno dei romanzi, Uno studio in rosso, non ha fatto altro che convincermi ancora di più!
E voi cosa ne pensate, vi ispira come lettura?

P.S.
La trama è stata tradotta interamente da me in quanto il libro è inedito in Italia, quindi se la prendete, per favore citate.


Il secondo titolo che vi voglio mostrare invece è appena stato tradotto dalla Leggereditore, quindi è disponibile in Italiano ed è The Winner's Curse - La Maledizione di Marie Rutkoski.

Titolo: The Winner's Curse - La Maledizione 
Saga: The Winner's Trilogy #1
Autrice: Marie Rutkoski
Genere:  Fantasy
Editore: Leggereditore
Pagine: 355
Trama:
Vincere quello che desideri potrebbe costarti quello che ami.Come figlia di un generale del vasto impero che vive di guerra e che schiavizza i paesi che conquista, la diciassettenne Kestrel ha due scelte: può unirsi alla forza militare o sposarsi. Ma Kestrel ha altre intenzioni. Un giorno, rimane perplessa nel trovare uno spirito gentile in un giovane schiavo in vendita. Gli occhi di Arin sembrano sfidare tutto e tutti. Seguendo il suo istinto, Kestrel lo compra, con inaspettate conseguenze. Perchè prima di quanto immagini deve nascondere il suo crescente amore per Arin. Ma anche lui ha un segreto e Kestrel velocemente scopre che il prezzo che ha pagato per un altro uomo è molto più alto di quello che avrebbe mai immaginato. Ambientato in un nuovo mondo riccamente immaginato, The Winner's Curse di Marie Rutkoski è una storia di giochi di vita o di morte dove tutto è a rischio, e l'azzardo sta nel riuscire a tenersi la testa o perdere il cuore.

Anche questo titolo mi incuriosisce da tantissimo tempo e non vedo l'ora di metterci le mie manine sopra! Ovunque leggo splendide recensioni a riguardo, quindi sicuramente sarà una lettura che riuscirò ad apprezzare.

Okay ragazzi, questi sono i due libri che ho scelto di presentarvi oggi, spero che vi siano piaciuti e che abbiano attirato la vostra attenzione!
Come sempre vi ricordo del giveaway che io e Ludodreamer su youtube abbiamo organizzato dove c'è in palio una copia autografata di Questo Canto Selvaggio, quindi correte a partecipare.

Noi ci vediamo domani con un nuovo post,
Sara.

mercoledì 9 agosto 2017

Weekly Recap - Cos'ho fatto questa settimana?


Ciao a tutti ragazzi e bentornati sul blog!
Scusate l'assenza ma sono stata lontana dal blog perchè...ERO A LONDRA!
Sono stata ben 5 giorni in questa città fantastica dove ho vissuto delle bellissime esperienze, ma iniziamo con il farvi il riassunto di questa settimana. Non appena tornata in patria sono stata estremamente impegnata con il canale youtube, perchè dovevo sia caricare i vlog che i due video Haul dove vi mostro i miei acquisti. Fortunatamente sono riuscita a caricare per tempo tutto quello che avrei voluto! Vi lascio qui di seguito i 4 video inerenti alla mia esperienza a Londra.


Questo primo video è un vlog dei primi due giorni a Londra dove però il punto focale è stato il Tour degli Harry Potter Studios che ho amato. Quindi se volete vedere alcune delle mille cose che copre il tour e sapere cosa ne ho pensato della Burrobirra, correte a guardarlo!


Ovviamente poi è uscito il video Haul di Londra dove vi faccio vedere tutte le cose che ho preso dagli Studios, la piattaforma 9 e 3/4, Primark e altri piccoli negozi! Vi avverto, la maggior parte delle cose sono inerenti a Harry Potter... purtroppo non sono riuscita a regolarmi!


Inoltre poi ho girato l'Haul dello YALC, una convention sulla letteratura YA che si è tenuto per 3 giorni a Londra, anche se io ho presenziato solo il Sabato! Qui ho potuto prendere un sacco di cosettine librose gratis che vi faccio vedere in questo video Haul, insieme ai libri che ho acquistato durante tutto il mese. In questo video c'è anche un giveaway dove metto in palio una copia autografata di Questo canto selvaggio di V. E. Schwab, in collaborazione con Ludodreamer che ha messo in palio un altra copia del libro sul suo canale, quindi correte a guardare il suo video.

E con questo si conclude la mia avventura della settimana su youtube. Per quanto riguarda la lettura invece, zero totale. Sono sempre allo stesso punto di The Vanishing Throne di Elizabeth May, il secondo volume della trilogia di The Falconer, da quando sono tornata da Londra. Forse è perchè fa troppo caldo e sono sempre stanca mentalmente, quindi mi sono data di più alle serie TV rispetto ai libri.
Di serie ne ho iniziate quindi moltissime.
La prima è assolutamente Black Mirror, di cui in un solo giorno ho recuperato la prima stagione. Non che fosse una grandissima impresa, visto che sono solo 3 episodi da 1 ora, ma comunque è già qualcosa. In realtà non so neanche fino a quanto mi sia piaciuta, fatto sta che ogni episodio mi lascia un po' destabilizzata, e pronta a continuare con il prossimo. Vedremo cosa ne penserò dopo aver finito le stagioni disponibili!

Ho poi iniziato Jessica Jones, di cui però ho visto un solo episodio. Carino, ma non so perchè mi aspettavo molto di più da come se ne era parlato un po' di tempo fa. Sicuramente però continuerò la serie perchè la trama orizzontale che si è scoperta a fine episodio mi ha comunque incuriosito. Una domanda: ma il barista che incontriamo in questo episodio è forse Luke Cage? Perchè so che tra queste serie dovrebbero esserci un paio di cross over, ma non ho mai visto la sua quindi non so cosa pensare.

Infine ho ricominciato a guardare anime grazie a netflix, anche se il genere che guardo io non è proprio il più gettonato. Ho iniziato The 7 Deadly Sins, che è tratto da un manga shonen, il mio genere preferito, che per farvi capire è quello più da "ragazzi" con titoli come Naruto e Dragon Ball. Per adesso mi sta piacendo molto, anche se non sopporto la principessa Elizabeth (perchè sta sempre a piangere D:), e sto apprezzando molto i disegni e la storyline. Spero che non mi deluda!

 Infine vi comunico che ho deciso di partecipare alla 24 Hours Readathon, una sfida di lettura che consiste nel leggere il più possibile in 24 ore! Ho già in mente una parziale TBR per questa sfida che si terrà il 17 Agosto a partire dalla mezzanotte. Spero davvero di raggiungere un risultato accettabile considerando che non ho affatto intenzione di dormire ahah.

Okay, questa è stata più o meno tutta la mia settimana! Ci vediamo al post di domani, dove vi parlerò un po' quella che è la mia infinita Wishlist, in modo che possiate conoscere di più i miei gusti.
Un bacio,
Sara.

sabato 15 luglio 2017

Recensione di Trying to live with the Dead di B.L. Brunnemer!

Salve a tutti ragazzi e bentornati sul blog! Oggi ho deciso di recensirvi il primo libro di una serie che si è rivelata essere una nuova ossessione, e sto parlando di Trying to live with the Dead di B.L. Brunnemer.
Passo subito a parlarvi delle generalità del libro!


Titolo: Trying to live with the Dead
Saga: The Veil Diaries #1
Autrice: B.L. Brunnemer
Genere:  YA Paranormal/ Reverse Harem
Editore: Indipendente
Pagine: 351
Trama:
Ciao, mi chiamo Alexis Delaney. Sono la classica diciassettenne, tranne per il fatto che riesco a vedere i morti. E a parlarci. E respingerli e, ecco, farli passare oltre. Quindi...si, non sono proprio la classica diciassettenne. Per anni ho lottato per cercare di sopravvivere alle anime che sono ancora in circolazione, ma le stronze sembrano sempre riuscire a trovarmi. E il cambiare città ogni paio di mesi non ha sembrato aiutare, sempre più morti continuano a trovarmi. Ma le cose per me da adesso in poi cambieranno. Sto per trasferirmi da mio zio Rory e mia cugina Tara. Finalmente sarò in grado di fare tutte le cose che fanno gli adolescenti e che io mi sono persa. Giusto?
Beh, se quella stronza di un fantasma decidesse di lasciarmi in pace a scuola sarebbe fantastico. Soprattutto perchè non ho ancora parlato delle mia abilità con i miei nuovi amici. Riuscite a crederci? Cinque affascinanti ragazzi  mi hanno praticamente adottata il primo giorno di scuola, e penso che siano ancora un po' pazzi per aver fatto questa cosa. Se solo riuscissi a tenere separata la mia vita con i morti da quella normale, tutto andrebbe a gonfie vele. Si...neanche io penso possa accadere, ma potrei dargli una possibilità. Chissà? Magari potrebbe funzionare.

Partiamo dal presupposto che questo è il primo libro di genere Revers Harem che io abbia mai letto, ma sicuramente non sarà l'ultimo. E' un genere troppo accattivante per lasciarselo sfuggire, soprattutto per chi come me ama i paranormal romance! Per definizione di parla di RH quando la protagonista è una ragazza e nella narrazione sono presenti un gruppo di ragazzi che per un motivo o per un altro sembrano girarle intorno.

Trying to live with the Dead non fa eccezione in quanto Alexis dopo l'ennesimo trasloco si trasferisce da suo zio Rory, inizia a frequentare una nuova scuola e viene letteralmente adottata il primo giorno da questo strambo gruppo di cinque ragazzi, tutti straordinariamente attraenti anche se molto diversi l'uno dall'altro. Il problema principale è che Lexie, come tutte le donne della sua famiglia, riesce a vedere le anime dei morti. Fin qui tutto bene, se non fosse che la prossimità ad un anima le provoca effetti collaterali come sanguinamenti dal naso e una forte nausea che rendono difficile tenere nascosto il segreto. La nostra protagonista si ritroverà così per la prima volta nella sua vita ad avere un gruppo di amici che adora e che sembrano volerle bene ma anche a vivere con la paura che loro possano abbandonarla una volta scoperte le sue abilità. Da questo piccolo accenno di trama che vi ho dato il libro potrebbe sembrare un classico paranormal romance senza una chissà quale storia di fondo, ma fidatevi, non è affatto così.
Ho amato Alexis perchè non è la classica ragazza che si preoccupa di cose come i vestiti o le opinioni degli altri, invece nella sua vita non ha mai avuto quasi niente, quindi apprezza ogni singola cosa che le viene concessa. Inoltre sa tenere testa a qualsiasi tipo di avversario e non sopporta le ingiustizie, soprattutto se verso qualcuno di più debole. Le scene dove tiene testa alla "reginetta" della scuola sono impagabili e me l'hanno fatta apprezzare ancora di più! 
Passiamo adesso a parlare dei ragazzi. OH MY GOD. Adottate anche me, vi prego. Sono uno più affascinante dell'altro.
Abbiamo Isaac, capelli blu e vestiti sgargianti, che fa battutine idiote tutto il tempo e ama fare scherzi. Il suo hobbie? Arti marziali, quindi addominali a go go.

Andiamo avanti; Ethan, fratello gemello di Isaac, anche se i due non potrebbero essere più diversi. Capelli neri lunghi fino al mento, abbigliamento da rocker e anelli d'argento a tutte le dita. Ma non tralasciamo la cosa più importante: è il chitarrista e cantante di una rock band, e a quanto pare la sua voce riesce a far cadere le mutandine di qualsiasi ragazza.

Poi abbiamo Miles, nerd con gli occhiali, ma che comunque ha la struttura ossea di un modello e campione di nuoto della scuola, quindi bonus: muscoli d'acciaio. E' il più timido dei 5 e alle volte non riesce a capire che quello che dice potrebbe risultare offensivo, il che lo rende ancora più adorabile.
Il prossimo strafigo è Asher, descritto con l'aspetto di un modello e il look del classico bravo ragazzo. Ovviamente gioca a football e quindi anche qui possiamo assicurarci dei bei addominali di roccia. Bonus: ama cucinare. Per quanto mi riguarda lo sposerei anche adesso.
Ed infine, il mio preferito: Zake. Alto, statuario, e scorbutico. Zake è il classico bad boy dal quale tutti si tengono alla larga. Ama tutto ciò che ha un motore ed ha un passato tenebroso.
Arrivati a questo punto un'esclamazione sorge spontanea: Arruolatemi per la prossima guerra!
(Ammettiamolo, in momenti come questi la nonna di Mulan è tutte noi xD)
Ma la cosa che ho apprezzato di più di questo primo libro è che nonostante io shippassi Lexie con uno dei suoi amici, loro restano solo questo, amici. Tutto il libro è incentrato sul bellissimo rapporto di amicizia che si instaura in pochissimo tempo tra i 6, e alcune delle scene più belle sono proprio di momenti di quotidianità tra amici. E' fantastico il modo in cui ognuno dei ragazzi tenti a modo suo di prendersi cura della protagonista, nonostante lei sia più che in grado di prendersi cura di se stessa senza l'aiuto di nessuno.
L'atmosfera paranormale del libro è poi mantenuta degli incontri che Lexie ha durante tutta la narrazione con varie anime e soprattutto con i problemi che si verranno a creare con un particolare fantasma che non vuole andare oltre e che cercherà di ucciderla. 
Se non avete ancora letto nulla del genere, vi consiglio vivamente di iniziare da questa saga, che è entrata subito tra le mie serie Paranormal preferite, al pari con Caldo come il Fuoco e Sweet Evil! Per quanto riguarda lo stile di scrittura, è estremamente semplice e scorrevole e la storia è narrata in prima persona. Faccio anche presente che sono presenti molte parole scurrili al'interno del libro, cosa che a me non ha dato affatto fastidio, ma per sicurezza vi avverto. L'inglese è molto facile, direi che è un livello medio/basso, quindi accessibile anche ai principianti.
Il secondo libro della serie si intitola When the dead come a knockin' ed i terzo When to fear the living!
Il mio voto per il libro sono 4 stelline su 5: assolutamente consigliata.
Fatemi sapere nei commenti se questa serie vi ha convinto e se deciderete di leggerla!
Noi ci vediamo al prossimo post. A presto,
Sara.

venerdì 14 luglio 2017

Ogni tanto ritornano!

Okay, come ogni anno io torno sul blog d'estate. Lo so, sono una frana di blogger ma giuro che l'università con l'obbligo di frequenza è un qualcosa di assurdo, invidio tutti voi che riuscite a conciliare il tutto con il blog! Inoltre un'altra cosa che mi tiene molto impegnata durante il resto dell'anno è il canale youtube, sul quale cerco di pubblicare due video a settimana (se non lo conoscete è OrangeDinosaurRawr). Lo stress è alle stelle!


Per quanto riguarda quello che ho fatto nell'ultimo periodo, beh, sempre le stesse cose.
Ho guardato serie TV, e ne ho scoperte alcune di nuove che ci terrei a consigliarvi. 
Prima tra tutte Victoria. Non so se lo sapete ma io adoro tutto quello che è ambientato in Inghilterra nel passato, e questo telefilm sembrava proprio urlare il mio nome! Ho adorato Jenna Coleman, l'attrice che interpreta la protagonista, e nel corso delle sole 8 puntate (è una miniserie) sono riuscita ad avere addirittura due ship! Alla fine però Albert ha rubato il mio cuoricino *-*
*cof cof Outlander torna presto che io ho bisogno di altre serie storiche cof cof*




Un altra serie che ho adorato è stata Santa Clarita Diet.
ODDIOMIO CORRETE A VEDERLA, RIDERETE A CREPAPELLE!
Una serie comica su una famiglia nella quale la moglie diventa uno zombie per sbaglio e marito e figlia la aiutano a trovarsi i cadaveri! Fantastica e con attori fantastici, infatti la protagonista è Drew Barrymore.


La prossima serie che mi è piaciuta tantissimo è stata Hemlock Grove. Adolescenti che sono alle prese con vari misteri in una città che nasconde qualcosa di paranormale. Gotica al punto giusto, mi ha conquistata! E poi diciamocela tutta, c'è quel figo di Bill Skarsgard che mi farebbe apprezzare anche la più squallida commedia italiana, quindi forse sono anche un po' di parte.

Parlando di libri invece le mie ultime ossessioni sono assolutamente Captive Prince di PC Pacat  che è stato tradotto dalla Triskell Edizioni a Giugno con il titolo Il principe prigioniero.
Se vi piacciono le storie d'amore omosessuali e come me adorate personaggi un po' cattivelli non potrete fare a meno di adorarlo e innamorarvi di Laurent.
Attenzione però, se non vi piacciono contenuti erotici espliciti e il parlare di schiavitù, forse questo non è il libro che fa per voi. Presto la recensione!
Un altro libro che ho amato alla follia è stato Carry On di Rainbow Rowell. Molto simile ad Harry Potter per alcuni versi ma se si riesce a passare sopra a questo il libro è veramente bellissimo. E poi anche qui, la ship principale mi ha fatto sognare, Baz è il mio nuovo piccolo bambino speciale!
Ed infine arriviamo alla mia più recente ossessione che sicuramente vi recensirò sul blog perchè DEVO, è la serie The Veil Diaries di B.L. Brunnemer! Il primo libro della serie si intitola Trying to live with the Dead, e mi ha conquistato nel giro di qualche capitolo facendomi così capire che amo il genere Reverse Harem.
Fidatevi però, non è quel che sembra! La nostra protagonista si trasferisce da suo zio durante il suo penultimo anno di scuola superiore, e fino a qui tutto bene. Soltanto che lei riesce a vedere le anime dei morti come tutte le donne della sua famiglia, e deve aiutarle ad andare oltre. Ma non tutte sono bendisposte, infatti spesso la mettono in pericolo di vita. Inoltre nella nuova scuola farà subito amicizia con questo gruppo di 5 ragazzi (che io amo alla follia, vi prego regalatemeli) che presto diventeranno come una seconda famiglia per lei. Non vi dico altro, correte a leggere la serie e non ve ne pentirete. Tutti i personaggi sono stati caratterizzati in un modo spettacolare, tanto che il tutto non sembra esasperato ma come se potesse succedere davvero.

E infine volevo parlarvi un po' degli ultimi film che ho visto al cinema, anche perchè non sono poi così tanti. Prima di tutto ho visto Pirati dei Caraibi - Dead Man Tell No Tales (perchè mi rifiuto di usare il titolo italiano, non si può sentire). Devo dire che ho trovato il film molto piacevole, ma per nulla all'altezza dei primi e 3. Purtroppo Johnny Depp è invecchiato e si vede, ma anche le battute che gli hanno dato non aiutavano, non mi sembrava proprio Jack. Già il fatto che ha dato via la sua bussola fa capire quanto poco ci sia rimasto del pirata che tutti amiamo. Mi sono piaciuti molto invece i nuovi personaggi anche se tutta la trama del film si è tenuta sul sempliciotto, ma questi sono gusti. Il momento migliore è stato secondo me il finale con il ricongiungimento tra Elizabeth e Will, finalmente una gioia per questa coppia! In definitiva promuovo il film per i fan, ma se non siete appassionati della saga potete evitare tranquillamente la visione, non vi perdete nulla.
Ho poi visto ovviamente il live action della Bella e la Bestia, che devo dire mi è piaciuto molto, ma non è niente di troppo emozionante. Non so, questa storia non è mai stata tra le mie preferite neanche come classico Disney e nonostante il film sia stato molto bello per me non era nulla di straordinario. Molto brava comunque la Watson, e ho adorato Evermore, una delle canzoni inedite.
Continuando con l'ultimo film, ho visto Wonder Woman e L'HO ADORATO. 
Mi è piaciuto tutto di questo film, dalle scene con le amazzoni, per passare poi alle avventure di Diana a Londra, fantastico! Ci sono momenti poi in cui lei è troppo badass e se ci penso ancora mi emoziono. Uno dei pochi film della DC che ho apprezzato in quanto non sono una grande fan ne di Superman e ne di Batman, ma se adesso ci sarà lei nei prossimi film, sarò tentata di vederli. Assolutamente da non perdere, uno dei migliori film sui supereroi degli ultimi anni.

Okay, questo è tutto quello che mi è capitato in questi mesi, spero che il breve recap "fandom" sulla mia vita vi sia piaciuto e ci vediamo molto presto con dei nuovi post!

Grazie a tutti per aver letto fino a qui, siete fantastici!
Alla prossima!